Ortodonzia infantile e dell’adulto


ORTODONZIA

ortodonzia-1L’ortognatodonzia (non esiste un movimento dentale senza rispetto della funzione masticatoria), è la branca dell’odontoiatria che studia le diverse anomalie della costituzione, sviluppo e posizione dei denti e delle ossa mascellari e della mandibola : ha lo scopo di prevenire, eliminare o correggere tali anomalie.

Il trattamento Ortodontico può esser fatto in diverse età della vita:

– Periodo di dentizione mista (6-12 anni).
Prima dell’eruzione di tutti i denti permanenti, quando bisogna correggere deglutizione atipica, respirazione orale e malposizione di mascellare superiore e mandibola e stimolarne il corretto sviluppo, utilizzando apparecchiature funzionalizzanti e ortopediche. E’ importante ricordare che alcune malocclusioni come i cross byte , le III classi iperdivergenti con o senza compenso dentale, i deep byte severi e altri vanno trattate già in dentatura decidua , per permettere una corretta crescita e formazione dell’ATM.
– Periodo di dentizione permanente.
Quando sono erotti tutti i denti permanenti (eccetto il 3°molare). Si utilizza la tecnica ortodontica fissa multibrackets per dare corretti rapporti di intercuspidazione alle arcate dentarie e una corretta occlusione al paziente.

Il trattamento ortodontico si può fare anche in età adulta. in questi casi spesse volte si parla di ortodonzia prechirurgica, se il trattamento deve avvalersi di tecniche di ortodonzia-3chirurgia maxillo-facciale per riposizionare le basi ossee oltre all’ortodonzia fissa ( il trattameto ortodontico diventa una ” preparazione ” all’intervento chirurgico risolutivo ), e di ortodonzia preprotesica se al paziente mancano diversi elementi dentali. In questo caso con l’ortodonzia fissa si riallineano i denti rimasti e gli spazi lasciati da denti mancanti ( persi precedentemente) saranno chiusi con impianti endoossei e/o protesi fisse.
Le tecniche utilizzate nel nostro studio sono quelle della Dental School di Torino , sia per l’Ortodonzia Funzionalizzante che per l’Ortopedica. La tecnica multibrackets è quella dell’arco piatto Cervera -Bracco, MBT e altri.
ortodonzia-2La gnatologia è l’altra branca dell’odontoiatria che va di pari passo con l’ortodonzia. Si occupa dello studio dell’ATM ( articolazione temporo mandibolare ) e di salvaguardarne la salute attraverso trattamenti ordontici funzionalizzanti ( placche a byte totale ) o byte in resina di riposizionamento o di stabilizzaione a seconda della patologia del paziente.
Presso il nostro studio si fanno anche i trattamenti gnatologici ( preceduti da una fase diagnostica ) secondo le tecniche della Dental School di Torino e della AIG ( Società Italiana di Gnatologia ).

Le tre classi dentali

Nei primi anni del novecento negli USA ,E. Angle, in base alla posizione relativa dei primi molari permanenti (superiori e inferiori) divide le malocclusioni in tre classi:

– La I Classe dentale è la più rappresentata nella popolazione nord-europea: il molare superiore (cuspide mesio-vestibolare) occlude nel solco tra la cuspide mesiale e centrale del primo molare inferiore > il canino superiore si incastra dal lato vestibolare tra canino e premolare inferiore.

– La II Classe dentale è la più rappresentata nella popolazione indoeuropea dove il baricentro del corpo sta davanti e la mandibola cresce e si sviluppa in posizione distale rispetto al cranio pertanto il molare superiore (cuspide mesio-vestibolare) si incastra tra le creste marginali di secondo premolare e primo molare inferiore.

– La III Classe dentale (Asburgo) si riscontra prevalentemente nei gruppi umani di origini asiatiche con diverse tipologie e sono associazioni di ipersviluppo mandibolare e iposviluppo mascellare con varie gradazioni di crescita: il molare superiore (cuspide mesio-vestibolare) occlude dopo il solco distale del molare inferiore.

Questa è solo una classificazione clinica, ma esistono miliardi di possibili variazioni nella popolazione mondiale.